Cristalliera – Cresta Sud Est

cri

Località: Rifugio Selleries (Fenestrelle, TO), Val Chisone, Piemonte

Accesso:

DA TORINO: Prendere l’autostrada Torino-Pinerolo, superare Pinerolo e seguire sulla SS23 in direzione di Sestriere fino all’abitato di Depot, poco dopo aver superato Villaretto e Mentoulles. Da qui imboccare una strada asfaltata (SS172) sulla destra con indicazione per Prà Catinat. Proseguire sempre sulla strada principale e oltrepassare il forte di Fenestrelle. Poco dopo, si trova il bivio sulla destra con indicazione Rifugio Selleries, che con circa 5km di strada sterrata, conduce fino al rifugio. Parcheggiare.

Nota: La strada viene chiusa al traffico a partire da Prà Catinat, nel periodo invernale (31/10-31/5).

DALL’ALTA VAL CHISONE: Arrivando da Pragelato o Alta Val Chisone, è anche possibile raggiungere il Rifugio Selleries imboccando la strada sulla sinistra per Balboutet, subito dopo aver superato l’abitato di Pourrieres. Superato Balboutet proseguire sulla strada principale e superare Pian dell’Alpe. Alle pendici del Monte Pelvo, su un tornante che piega a sinistra (e prosegue fino al Colle delle Finestre – 2178 m), vi è un bivio con a destra una strada sterrata che porta a Prà Catinat, passando nei pressi dell’abitato di Pequerell e del Forte di Serre Marie. Poco prima di Prà Catinat, superato l’abitato di Pequerell, si giunge al bivio sulla sinistra che porta al Rifugio Selleries. Parcheggiare.

Nota: Anche questo percorso viene chiuso al traffico durante il periodo invernale 31/10-31/5).

Avvicinamento:

Dal parcheggio, seguire per il sentiero 339 che parte dai pietroni dell’area pic nic. Seguire per il Lago Manica, cioè superare un ruscelletto e iniziare la salita a zig zag sul pendio posto a nord-est del Rifugio. Terminata la salita del pendio scollinare, giungere ad un bivio con dei cartelli. Proseguire lungo il sentiero sulla destra a mezza costa (e non in salita) che porta al Lago Laus.

Arrivati al Lago, due sono le possibilità:

  • Linea Azzurra della Figura: Proseguire in direzione del Monte Robinet, prendere il lungo sentiero a mezza costa sulla destra rispetto al Lago e che costeggia la cresta SW della Cristalliera, imboccare il Vallone delle Vallette, risalire il vallone (fare attenzione alla parete sulla sinistra orografica, dalla quale potrebbe cadere qualche sasso) e giungere al Colle di Pra Reale. (Percorso più lungo ma forse meno faticoso).
  • Linea Gialla della Figura: Dal Lago risalire lungo il prato e poi la pietraia fino alla specie di colle (da noi soprannominato: Colle della Rupicapra) alla base della cresta SW della Cristalliera, scollinare e percorrere il lungo traverso in quota sull’enorme pietraia per poi giungere al Colle di Pra Reale. (Percorso più corto, più avventuroso e forse un po’ più faticoso, ma molto Casuals).

Dal Colle di Pra Reale è evidente l’attacco della Cresta Sud Est della Cristalliera (Linea Bianca della Figura) con l’evidente primo torrione e la sua mega fessura.

Descrizione: La cresta s-se della Cristalliera è una via classica, le cui difficoltà si racchiudono nel superamento di tre paretine in successione che, inframmezzate da una breve calata, consentono di trascorrere una giornata remunerativa e assai didattica per chi vuole avvicinarsi ad un alpinismo non proprio di moda ma di sicura soddisfazione. Superato il primo tratto, tecnicamente più impegnativo, una cresta da percorrere in conserva conduce direttamente alla vetta, cullando dolcemente gli alpinisti verso la fine delle difficoltà. Il peso dello zaino e degli scarponi non si accusano e permettono di godersi comodamente la giornata, contribuendo a quel piacere infantile e ineguagliabile che l’andare per monti regala quando non lo si imbriglia nei rituali che l’arrampicata impone.

Primo Tiro: Corto muro leggermente strapiombante, da scalare obbliquando un po’ verso destra e poi fessura. Occhio alla seconda parte del tiro chè, sebbene non difficile, è pressochè improteggibile. Sosta da attrezzare.

Secondo Tiro: Placca fessura di ottima roccia, divertente e ottimamente proteggibile. Sostare sull’aereo pulpito alla fine delle difficoltà, dal quale si reperisce un cordino per una breve calata posto pochi metri più in basso intorno ad una scaglia. Questa manovra, sebbene su terreno facile, richiede un po’ di dimestichezza per essere condotta in sicurezza, è quindi un’ottima occasione per esercitarsi in previsione di altre avventure sforzandosi di muoversi nella maniera “migliore” possibile.

Terzo Tiro: Ragiunto l’intaglio risalire alla base del terzo torrione, leggermente sulla destra. Dal terrazzino staccare i piedi con un breve passaggio leggermetne più atletico e tracersare verso sinistra a reperire il vago diedro ben segnalato da un chiodo lucente. Un ultimo ribaltamento “da interpretare” da accesso agli ultimi divertenti metri di arrampicata, tutti da gustare. Tre chiodi lungo il tiro.

Proseguire il più possibile sul filo di cresta (lungo le vene di roccia migliore e i passaggi più divertenti) in conserva, fino alla punta della Cristalliera ornata, ovviamente, di un’orribile croce.

Materiale: Abbiamo utilizzato una 1\2 corda da 60m, friend b.d. #0.4 – 2, 4 dadi piccoli sempre b.d., fettucce e moschettoni.

Dalla Punta – Discesa: dalla cima scendere dalla parte opposta rispetto a dove si è saliti in conserva, seguire gli omini e giungere alla base della cresta sul lato ovest. Proseguire e si giunge al bel Lago Manica, profondo il giusto per un ottimo bagnetto ghiacciato! Costeggiare il Lago e scegliere se scendere fino al secondo Lago Laus, sentiero a sinistra, o proseguire sulla destra lungo un sentiero a mezza costa che scende fino ai primi cartelli incontrati durante la salita.

Nota: Presenza di una fontana affianco al Rifugio e di una mappa incorniciata al muro esterno del Rifugio, per coloro che come noi non ne avessero una a casa.

cristallieraaa

Scarica qui il PDF della relazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...